Software

MSI Afterburner: tutto ciò che devi sapere

MSI Afterburner è un software molto completo che ci consente di apportare qualsiasi tipo di modifica alla nostra scheda grafica, possiamo controllare qualsiasi parametro per definire i migliori valori in base allo scenario che abbiamo in mente, quindi in situazioni con meno sforzo per la scheda possiamo ottenere risparmi in energia e meno rumore, ma quando necessario possiamo aumentarla a nostro gradimento.

Con MSI Afterburner possiamo controllare valori di schede grafiche molto specifici per eseguire la massima personalizzazione, oltre a salvare queste impostazioni nei profili, possiamo progettare scenari diversi per ogni situazione. Inoltre, ci consente di personalizzare molte più opzioni che riguardano la grafica o le prestazioni generali dell’apparecchiatura.

Non è necessario disporre di una scheda grafica MSI o di una scheda NVIDIA, MSI Afterburner funziona con la maggior parte delle schede grafiche di marca. Questo software è anche generalmente associato all’overclocking per la GPU, ma ci consente di fare molte più cose oltre a questo, come il monitoraggio dei valori, il downclocking, la preparazione delle curve per la ventilazione, ecc.

Overclocking della nostra scheda grafica con MSI Afterburner

La prima cosa che ci viene in mente con MSI Afterburner è overcloccare la nostra scheda grafica, con questa riusciamo ad aumentare la frequenza di clock facendola funzionare al di sopra delle sue specifiche, controllando la temperatura non avremo alcun problema di alcun tipo, secondo le specifiche della nostra scheda possiamo ottenere più o meno prestazioni.

Se disponiamo di una scheda NVDIA RTX serie 20xx, possiamo eseguire l’overclocking in modo sicuro con il clic di un pulsante, poiché MSI Afterburner ha questa funzione. Dovremo solo fare clic su OC nell’angolo in alto a sinistra nel nostro caso, se hai un’altra skin, cerca questa opzione.

MSI Afterburner
MSI Afterburner

Per overcloccare la nostra scheda grafica se non abbiamo l’opzione automatica o se vogliamo farlo manualmente, dovremo regolare il limite di potenza, le opzioni temporanee. Limite, core clock e memory clock fino a trovare valori stabili.

Semplice come aumentare i valori in piccole sezioni, facciamo clic su Applica e non resta che testare con un gioco o con un kombustor. Quest’ultimo può essere installato facoltativamente anche se è altamente raccomandato, se vediamo che tutto è stabile possiamo continuare ad aumentare qualcosa in più per eseguire nuovamente lo stress test fino a raggiungere i valori corrispondenti senza subire artefatti.

Ti consiglio di utilizzare kombustor, poiché si tratta di un test rapido in cui i dati verranno monitorati e alla fine avremo un riepilogo di questi, in modo da poter contare il numero di artefatti, poiché se uno qualsiasi appare dovremmo abbassare i valori, è probabile che siano troppo alto.

Puoi effettuare l’overclocking automatico o apportare regolazioni manuali molto più precise e precise, salvarlo in uno dei profili disponibili ed eseguirlo quando andiamo a giocare a uno dei nostri giochi preferiti.

Grazie al monitoraggio dei dati siamo in grado di monitorare che le nostre impostazioni stiano andando perfettamente, altrimenti possiamo apportare le modifiche necessarie fino a raggiungere questi valori.

Downclocking della scheda grafica con MSI Afterburner per aumentare la temperatura e risparmiare energia

Il contrario dell’overclocking è il downclocking, questo apporta modifiche alla scheda grafica per funzionare al di sotto delle sue possibilità, con il conseguente risparmio energetico e tranquillità, la nostra scheda grafica sarà più rilassata.

Possiamo effettuare il downclock se giocheremo ad alcuni vecchi giochi, dove il carico della GPU non è elevato, possiamo avere un ambiente silenzioso durante il gioco, possiamo anche risparmiare un po ‘di energia con questo metodo.

Altre situazioni in cui questo può essere l’ideale è quando lavoriamo con l’automazione dell’ufficio, se stiamo per scrivere un documento o un foglio di calcolo o creare una presentazione con un pacchetto ufficio. Questi lavori non consumano GPU ed è possibile lasciarlo al di sotto dei valori consigliati per lavorare in silenzio e consumare meno energia.

Un’altra occasione in cui possiamo usare il downclocking è quando andiamo a vedere un film o ascoltiamo musica, allo stesso modo possiamo abbassare questi valori senza timore di esaurire la potenza della GPU.

Il downlocking della tua scheda è molto semplice, al contrario avremmo fatto l’overclocking, ora dobbiamo mettere questi valori di limite di potenza, temperatura. Limit e Core Clock al di sotto dei valori impostati dal produttore in modo che la GPU sia inferiore alle sue possibilità.

Sposteremo i cursori questa volta a sinistra per abbassare questi valori, possiamo testare se abbassarli al minimo funziona correttamente, se dopo aver eseguito i test abbiamo bisogno di un po ‘più di potenza, dovremo solo aumentare questi valori a poco a poco, a differenza di quanto abbiamo fatto con overclocking. Non dimenticare di fare clic su Applica ogni volta che apporti una modifica.

MSI Afterburner

Ricorda di attivare il monitoraggio per avere il controllo sui valori della GPU sullo schermo, in modo da poter tenere d’occhio se hai bisogno di più potenza GPU o se va bene con la configurazione scelta.

Redazione
La redazione de portale web ilmondoinformatico.com è composta da diversi copywriter che scrivono per il portale stesso. Sono tutti specializzati nelle varie tecnologie trattate nel Sito web. Se vuoi far parte della redazione invia il tuo CV a insidewebcomunication@gmail.com
https://www.ilmondoinformatico.com