ready only memory ilmondoinformatico
Hardware Programmazione

Che cos’è il rooting e cosa sono le ROM personalizzate

Ogni nuova tecnologia, per funzionare bene, deve sviluppare il suo linguaggio specifico in modo da affrontare idee complicate in modo semplice ed il mondo di Android non è diverso dagli altri.

Se hai cercato su Google un problema con il tuo smartphone o tablet  Android e senti parole o frasi che non hai capito, come root, flash di una ROM personalizzata, sblocco della SIM o qualcosa del genere, allora questo articolo può far luce su molti di questi punti.

I programmatori di Android sanno già cosa significano questi termini, quindi questa è una guida studiata  per i principianti che vogliono imparare tutti i termini che interessano il mondo Android e non solo.

Che cos’è il rooting?

Adesso una domanda che sicuramente tu che stai leggendo ti sei posto: che cos’è il rooting? Cosa significa avere un dispositivo rooted o non root?

Rooting per Android - ilmondoinformatico

Per impostazione predefinita, nessun dispositivo Android viene fornito con root. Se hai appena acquistato un dispositivo Android e non hai fatto nulla, la risposta è che non è rootato. Non hai accesso come root.

I produttori di smartphone o tablet lo fanno perché, concedere a tutti l’accesso root (spedendo telefoni con root), potrebbe creare molti problemi.

Avere l’accesso come root ti consente di accedere ai file sul tuo dispositivo che, se rimossi o modificati nel modo sbagliato, potrebbero danneggiare il tuo dispositivo. Quindi, sembra chiaro che non è qualcosa a cui il produttore vuole che tu abbia accesso.

Il rooting del dispositivo ti permette di fare molte modifiche davvero interessanti se sai come farle ovviamente, quindi i più smanettoni scelgono comunque di eseguire il root dei propri dispositivi.

Il modo in cui esegui il root del tuo dispositivo cambia a seconda del modello che hai comprato.

Per alcuni dispositivi, questo può rivelarsi un processo difficile che comporta l’elusione delle precauzioni di sicurezza stabilite dal produttore. Per altri, può essere semplice come collegare il telefono al computer e premere un pulsante.

Puoi sempre consultare i forum XDA-Developers per istruzioni sul tuo dispositivo specifico.

Una volta effettuato il root del dispositivo, non vedrai immediatamente importanti modifiche. Il divertimento arriva dopo aver accesso al root del tuo dispositivo.

Puoi quindi utilizzare app che richiedono l’accesso come root, ROM personalizzate flash, modificare alcuni aspetti del telefono e altro ancora, che esamineremo più avanti.

Ad esempio, puoi rimuovere alcuni bloatware mentre non sono rootati, ma per sbarazzartene davvero, devi eseguire il root del tuo dispositivo e usare Titanium Backup.

Che cos’è il jailbreak?

Jailbreak è l’equivalente iOS del Rooting su Android però da utilizzare per iPhone e iPad: ti dà accesso a parti sensibili del tuo telefono, permettendoti di personalizzare (o rompere!) Il tuo telefono. Lo stiamo menzionando solo per correttezza ma non ne parliamo in questo articolo.

Che cos’è Unlocking?

Unlocking significa “sbloccare” è un termine abbastanza ambiguo perché ci sono più cose che potresti sbloccare.

Lo sblocco della rete / SIM è il primo utilizzo. Un dispositivo bloccato in rete / SIM è generalmente acquistato da un operatore telefonico o per un operatore telefonico specifico a un prezzo agevolato. Il gestore quindi mette un lucchetto su quel telefono in modo da poterlo utilizzare solo con loro.

Ma, se si paga il telefono e si desidera cambiare operatore, il vettore è legalmente tenuto a fornire il codice di sblocco (almeno negli Stati Uniti e nell’UE), quindi è sufficiente contattare il proprio operatore per il codice.

A volte, lo sblocco del dispositivo diventa più complicato di così, quindi prossimamente farò una guida allo sblocco della SIM. Altre volte, si acquista il telefono già sbloccato, il che significa che può già essere utilizzato con qualsiasi operatore telefonico.

Lo sblocco del bootloader è l’altro tipo di sblocco.

Questo viene fatto sul percorso del rooting ed è generalmente uno dei primi passi. I produttori generalmente bloccano il bootloader sui propri dispositivi e con un bootloader bloccato non è possibile eseguire il root del dispositivo.

Le istruzioni per sbloccare il bootloader si trovano generalmente nelle istruzioni per il rooting del dispositivo.

Cosa sono le ROM personalizzate?

ROM sta per read only memory ossia memoria di sola lettura, ma quel nome è un po obsoleto al giorno d’oggi, poiché non ha più nulla a che fare con il significato iniziale. Una ROM (almeno nel mondo Android) rappresenta il software in esecuzione sul dispositivo.

Quindi, quando utilizzi uno smartphone HTC, si comporta in modo diverso rispetto a uno smartphone Samsung. Questo perché HTC e Samsung hanno entrambi preso il codice Android originale, ottimizzato e sviluppato le proprie ROM.

La ROM di HTC è diversa dalla ROM di Samsung, anche se sono entrambi Android.

Una ROM personalizzata, quindi, è una ROM costruita non dal produttore, ma da qualcun altro.

A volte è solo un programmatore solitario con un po ‘di tempo a disposizione e una passione per la creazione di ROM, altre volte è un’azienda che ha un team e produce intenzionalmente un determinato tipo di ROM.

Una volta effettuato il root, puoi eseguire il flashing di una ROM personalizzata. Flash in questo caso significa sostanzialmente caricare o installare.

Il flashing di una ROM personalizzata significa che stai installando una nuova ROM sul tuo dispositivo e cancellando completamente la vecchia ROM.

Quando cerchi ROM personalizzate per il tuo dispositivo, ci sono alcuni nomi che potresti incontrare:

AOKP: Stand per il progetto Open Kang per Android. È una ROM open source che significa che potresti vedere persone che ne fanno variazioni che presentano lievi modifiche e dicono che erano basate su AOKP.

CM: Supporti per CyanogenMod. Quella che era una piccola ma popolare ROM è sbocciata in una vera e propria azienda che produce software. CyanogenMod è addirittura precaricato sull’originale OnePlus One. Hanno un fantastico motore di temi con tonnellate di temi gratuiti.

AOSP: questa è la versione di Android che Google offre al mondo, spesso chiamata Android stock o stock. Potresti sentire persone che affermano che le loro ROM sono “basate su AOSP” o “basate su Android di serie”, il che significa semplicemente che hanno preso il codice AOSP e lo hanno modificato a loro piacimento.

Paranoid Android: una ROM generalmente più semplice con meno ingombro ed estetica più gradevole.

PAC-man: si hai capito giusto! Come il ragazzino giallo del videogioco? PAC-man è in realtà pieno di funzionalità poiché è una combinazione di tre ROM popolari: CyanogenMod, AOKP e Paranoid Android.

Ma non aver paura di provare ROM con altri nomi di persone meno conosciute. Questi non sono i soli affidabili, sono generalmente i più conosciuti.

Pier Gubitosa
Consulente SEO di professione e Webmaster Freelance per passione. Ho iniziato a lavorare con i computer dal 1986 con il mio primo commodore 64. Ho visto nascere Google e seguo le sue evoluzioni da decenni.
http://www.gubitosapierfranco.it