google penalizzerà i siti web realizzati in flash
Programmazione

Google penalizzerà i siti web che usano Flash

Google è determinato a penalizzare i siti web che utilizzano Flash, questa decisione è stata prevista per l’anno 2020. Se in passato abbiamo visto movimenti che hanno ostacolato l’uso di tale tecnologia in Chrome, ora il Il gigante di Mountain View penalizzerà i contenuti Flash nel suo motore di ricerca.

Cosa farà Google per penalizzare i siti web Flash?

Ciò che Google farà sarà ignorare totalmente il contenuto Flash, facendo penalizzare le pagine Web che utilizzano ancora la tecnologia Adobe. Questo è un altro passo che l’azienda sta esercitando contro Flash da qualche tempo per consolidare la sua sostituzione, HTML5, che è una specifica aperta che può essere implementata liberamente e senza costi.

Anche se non ha iniziato con il piede giusto, HTML5 è consolidato come interfaccia di riproduzione multimediale dalla stragrande maggioranza dei portali video e musicali su Internet, essendo attualmente una solida e consolidata alternativa a Flash. D’altra parte, per molti anni la tecnologia attualmente di proprietà di Adobe è stata dimostrata come un male necessario per fornire al web supporto multimediale e alcune possibilità avanzate, come i caroselli di anteprima e giochi tradizionalmente disponibili tramite browser.

Perché Flash era un male necessario?

A differenza di HTML5, Flash è una tecnologia proprietaria, quindi il suo codice sorgente non è disponibile. Ciò consente ad Adobe (e in precedenza Macromedia) di decidere quali piattaforme supportare e in quali condizioni unilateralmente, il che può finire per danneggiare le piattaforme di minoranza come Linux.

Ma al di là dei sistemi operativi supportati, la sua storia è stata piuttosto controversa a causa del grande consumo di risorse che ha fatto a livello di larghezza di banda e CPU, che ha finito per ridurre significativamente l’autonomia delle batterie dei laptop utilizzati qualche anno fa.

Per quanto sopra indicato, esiste un’enorme storia di problemi di sicurezza, che ha reso Flash oggetto di critiche da parte di molti esperti di sicurezza fino a quando non ha iniziato a scomparire dal fronte dei media (anche se ciò non significa che oggi sia una tecnologia sicura).

Tuttavia, la fine di Flash non sarebbe presto una realtà se non fosse per i dispositivi mobili, un settore in cui Apple ha chiuso le porte su iOS e quindi non si è stabilita come una tecnologia che funzionava bene su Android.

Questo è stato per molti lo stimolo che ha permesso a HTML5 di iniziare a guadagnare terreno fino al suo attuale consolidamento.

 

Pier Gubitosa
Consulente SEO di professione e Webmaster Freelance per passione. Ho iniziato a lavorare con i computer dal 1986 con il mio primo commodore 64. Ho visto nascere Google e seguo le sue evoluzioni da decenni.
http://www.gubitosapierfranco.it