Come attivare e come usare lo Screencast su Linux
Software

Come attivare e come usare lo Screencast su Linux

Prima di entrare nel merito su come attivare e usare lo Screencast con Linux, andiamo a spiegare di cosa si tratta per chi non fosse a conoscenza di questa opzione.

Come attraverso lo Screenshot si ottiene la fotografia di quello che abbiamo visualizzato sul monitor, attraverso lo Screencast si ottiene un insieme di fotogrammi che vengono registrati all’interno di un video, che mostrano ciò che l’utente sta visualizzando sul proprio monitor.

Come attivare lo Screencast su Linux

Per attivare lo Screencast su Linux ci sono dei programmi appositi che permettono di utilizzare questi sistemi, uno tra questi è Kazam che lo si trova in modo rapido e semplice sul sito ufficiale di Ubuntu.

Una volta trovato il programma si andrà a scaricare, e successivamente lo si va ad installare sul proprio computer. L’installazione è molto semplice da effettuare, basterà seguire la procedura guidata come tutte le altre cose che si vanno ad installare e quindi si avrà la possibilità di effettuare sia screenshot classici, oppure gli Screencast, che sono l’argomento di punta del nostro articolo.

Dopo aver installato Kazam però, cosa dobbiamo fare per realizzare il video che mostra quello che stiamo facendo? Entriamo nel dettaglio per saperne di più.

Come usare lo Screencast su Linux

Se siamo arrivati a questo punto, significa che l’operazione precedente è andata in porto in modo regolare e abbiamo installato Kazam. Dopo averlo aperto siamo pronti a procedere, ed ecco come ci si deve muovere per realizzare gli Screencast:

Nella schermata principale si dovranno fare delle scelte, la prima è quella di decidere se si vuole attivare lo Screencast su un solo schermo o su più schermi, se si vuole scattare un singolo fotogramma (in questo caso selezionare l’opzione schermata), oppure realizzare un video vero e proprio (che è il nostro specifico obiettivo, in questo caso si dovrà selezionare l’opzione Screencast).

Inoltre, ci sono altre scelte da fare, decidere se volete che il cursore de mouse compaia sullo schermo oppure no, se nel caso in cui vogliate registrare anche un audio userete il microfono o utilizzerete direttamente le casse e infine il tempo di ritardo tra il momento in cui si clicca sul tasto Capture e la partenza della registrazione del video.

Nel caso vogliate in altri casi utilizzare anche gli Screenshot oltre alle registrazioni, sarà possibile configurare il programma per fare anche questo tipo di operazione. Insomma, all’inizio può sembrare complesso arrivare a fare uno Screencast, ma una volta che si scarica il programma e lo si osserva, ci si rende conto che si tratta di qualcosa di molto intuitivo e di grande semplicità, tanto che realizzare video di quello che stiamo facendo sul pc è una cosa che possono fare anche i meno esperti di tecnologia.

Sono molte oramai le persone che utilizzano gli Screencast, che trovano grande utilità all’interno dei tutorial che spiegano come fare determinate azioni sul pc, guidando l’utente che guarda il video nelle operazioni che desidera compiere sul proprio computer.

Redazione
La redazione de portale web ilmondoinformatico.com è composta da diversi copywriter che scrivono per il portale stesso. Sono tutti specializzati nelle varie tecnologie trattate nel Sito web. Se vuoi far parte della redazione invia il tuo CV a insidewebcomunication@gmail.com
https://www.ilmondoinformatico.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.