come creare emoticons con whatsapp
Telefonia

WhatsApp: come creare la tua emoticon e altri trucchi per personalizzarla

WhatsApp offre molte più funzionalità di quelle che l’utente medio conosce. Dalla modifica della dimensione del carattere, alla progettazione di emoticon o alla modifica del suono delle chat per sapere chi invia il messaggio.

In questo articolo raccogliamo tutti i trucchi necessari per ottenere il massimo dalla popolare applicazione di messaggistica.

Cambia il tono delle chat

Se desideri differenziare i contatti che inviano messaggi tramite audio, WhatsApp ti consente di personalizzare i toni delle notifiche a tuo piacimento. Sia per i messaggi che ricevi dai tuoi contatti sia per quelli che raggiungono i gruppi di cui fai parte. È anche possibile farlo in modo generale.

In questo caso, l’utente deve andare su “Impostazioni”.Successivamente dovrai fare clic su “Notifiche”, dove puoi vedere le diverse “Notifiche sui messaggi” e le “Notifiche di gruppo”.

Ognuno ha un’opzione in cui puoi leggere «Suono», che è dove devi premere per cambiare il tono che suona quando ricevi una chat, dai tuoi contatti o dai gruppi.

Se desideri che uno dei tuoi contatti abbia un tono esclusivo, devi fare clic sulla conversazione che hai aperto con lui su WhatsApp. Poi, devi fare clic sul nome dell’utente, che, se ha il suo numero salvato, può trovarlo nella parte superiore dello schermo, proprio accanto alla sua immagine del profilo. Dopo averlo premuto, vedrai come vengono visualizzate diverse opzioni, tra cui il “tono personalizzato”. Lì puoi cambiare, in particolare, il tono di notifica di quel contatto.

WhatsApp ha 20 toni diversi. Esistono anche altre applicazioni che offrono suoni extra da aggiungere alla App, in particolare in Google Store, anche se personalmente preferisco non andare a sovraccaricare il sistema di altri programmi

WhatsApp: Cambia l’immagine di sfondo

Uno dei trucchi più vecchi dell’app di messaggistica. Se desideri che lo sfondo delle tue conversazioni abbia un aspetto diverso, tutto ciò che devi fare è andare su “Impostazioni”. Successivamente, è necessario fare clic su «Chat», dove troverai l’opzione «Sfondo delle chat». Lì puoi scegliere tra «Libreria sfondo», «Colori solidi» e «Foto».

Nella prima opzione, puoi vedere una serie di immagini predeterminate offerte dalla “app” per dare all’account utente dello spostamento qualcosa di un po ‘. Nel secondo, appaiono diversi colori. Il più interessante, tuttavia, è il terzo, che indirizza l’utente alle fotografie che ha archiviato nella memoria del cellulare, dandogli la possibilità di usarle come sfondo.

WhatsApp: cambia la dimensione del carattere

Non tutti trovano facile leggere i messaggi che arrivano all’app di messaggistica. Se vuoi aumentare il carattere in modo che il testo sia più leggibile, da sistema Android, vai su «Impostazioni» e poi «Chat». Qui puoi vedere l’opzione “Dimensione carattere”, in cui puoi scegliere tra tre diversi tipi: “Grande”, “Medio” e “Piccolo”.

Se il tuo dispositivo è IOS, il percorso sarà leggermente più complicato. È necessario uscire dall’applicazione e andare su «Impostazioni» del telefono. Lì dovrai fare clic su “Schermo e luminosità”, dove troverai “Dimensione testo”, un’opzione in cui puoi regolare la dimensione del carattere di WhatsApp e altre “app” compatibili con la funzione.

WhatsApp: crea le tue emoticon

Tutto ciò che serve per creare le tue emoticons, è aprire qualsiasi conversazione all’interno dell’app di messaggistica. Se fai clic sul simbolo dell’emoticon, che appare nell’angolo in basso a sinistra della tastiera, troverai tre ellissi («…») che devi premere per iniziare a disegnare i tuoi memoji.

Se il tuo dispositivo è Android, puoi scegliere di scaricare qualsiasi applicazione che ne consenta la progettazione e che possa essere trovata nel Google Store. Nel caso in cui il tuo dispositivo sia di fascia alta, è probabile che abbia anche una funzionalità per progettarli, come nel caso dei Samsung Emojis ARs.

 

Pier Gubitosa
Consulente SEO di professione e Webmaster Freelance per passione. Ho iniziato a lavorare con i computer dal 1986 con il mio primo commodore 64. Ho visto nascere Google e seguo le sue evoluzioni da decenni.
http://www.gubitosapierfranco.it